Lo Stato Innovatore: Colloquio con Andrea Fantozzi

Nicolas Tiburzi 01/09/2021 0

La maggior parte delle conoscenze consolidate su cui possiamo contare oggi nel settore della tanatoprassi sono da ricondurre a un lavoro avviato decine di anni fa e che continua a trasformare e plasmare il futuro dell’attenzione rivolta al defunto nel settore funerario.

Questo lavoro ha ricevuto un forte impulso quando, attraverso la Collaborazione con l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata sono state avviate ricerche, siamo riusciti a riunire tante conoscenze diverse lavorando in parallelo, anche se non insieme, verso una direzione ben precisa. (Usare prodotti non tossici nel campo della tanatoprassi). Il risultato di questa collaborazione è stato quindi la creazione di un brevetto Europeo di un Liquido che nel campo della tanatoprassi non se ne potrà fare a meno.

I pionieri quasi mai si rendono conto di come il loro lavoro influenzerà il mondo fin quando non possono guardarsi indietro con la lucidità e la prospettiva del presente, esaminando la strada percorsa e il potenziale per il futuro.

Anni fa, quando coniai i termini tanatoprassi  e “Fluytan ®”, non mi rendevo conto dell’importanza che aveva tutto quello che stavo facendo. La scoperta di fluytan ha rivoluzionato il modo di fare tanatoprassi cosi come è concepita nel resto del mondo. il prodotto consente soluzioni incredibili nel settore della conservazione delle salme. Il mio scopo era innanzitutto creare un prodotto non agressivo come lo era la formalina, visto che erano anni che ci lavoravo e posso garantire che si piange in tutti sensi a lavorare con quel mostro. Il settore funerario all’epoca era del tutto disinteressato alla cura della salma, e solo parlare di tanatoprassi era un’impresa non facile.

La nostra soluzione e il nostro modo di raggiungere questi obiettivi era semplice: garantire un prodotto non pericoloso per l’operatore e per l’ambiente ma con capacità conservative inimitabili.

Non esistono risposte semplici solo ricerca e prove fino alla scoperta.

I concetti appena espressi sembrano semplici, ma non sono facili. Sono il risultato di decenni di lavoro, domande dure e di risposte a volte difficili e inaspettate. Ma sono questi i momenti in cui ho imparato di più.

E il confronto continua a essere sempre più intrigante e stimolante. Il mondo della tanatoprassi si sta avvicinando sempre di più alla sua definitiva regolamentazione nazionale e sempre più spesso vengono incaricati i nostri tanatoprattori esperti per intervenire nelle case funerarie e negli Ospedali in tutta Italia.

Ma è proprio in questi spazi che si collocano le opportunità maggiori per fare la differenza.

L’orgoglio di lavorare insieme

Quando parlo di noi mi riferisco al valore che lo Stato e il mondo accademico sono in grado di apportare sul lavoro e nelle innovazioni.

Noi collaboriamo con le università perché il settore funebre ha bisogno di comprendere e influenzare maggiormente quello che gli studenti studiano e imparano e devono sapere cosa si aspettano i futuri dipendenti da una carriera nel mondo della tanatoprassi. Allo stesso modo, anche il mondo accademico deve comprendere meglio come evolvono le tecniche nel mondo della tanatoprassi, in modo tale che possano preparare gli studenti a quello che è il lavoro oggi e a come potrà essere in futuro.

Il punto in cui questi due mondi si incontrano è quello in cui nasce l’innovazione.

Un premio per celebrare decenni di ricerca

È stato per me un onore ricevere il riconoscimento europeo del brevetto Fluytan  e soprattutto il riconoscimento che sta ottenendo la tanatoprassi a livello Statale, e tutto questo ha assunto un significato ancora maggiore in quanto molti nostri clienti ci confermano che il nostro intervento è un sicuro valore aggiunto alla loro professione.  Questo riconoscimento ci conferma dunque che i nostri clienti apprezzano il nostro lavoro e il modo in cui li aiuta a raggiungere i loro obiettivi.

Nonostante sulla medaglia ci sia il mio nome, questi riconoscimenti vanno oltre il mio lavoro. Io sono un ambasciatore della nostra azienda, un rappresentante delle persone più intelligenti e innovative del nostro settore.

Ora siamo nuovamente all’apice di un grande cambiamento. La conservazione della salma come la conosciamo oggi cambierà radicalmente nel giro di qualche anno, una nuova generazione di prodotti emergenti si baserà su tecniche che stanno migliorando incredibilmente la modalità e lo svolgimento del lavoro.

Insieme stiamo espandendo le innovazioni funerarie.

 

Lascia un commento

Cerca...